Sbiancamento Denti Fai da Te [Rimedi per Casa]

ragazza denti bianchi

Oggi in commercio si trovano tantissimi prodotti per lo sbiancamento fai da te che promettono un sorriso smagliante anche in una sola applicazione.

La verità però è che spesso questi prodotti hanno un’efficacia ridotta e con risultati finali scadenti.

Lo sbiancamento fai da te del resto è un’alternativa più economica rispetto a un trattamento professionale, e tutti sappiamo quanto possa essere costoso andare dal dentista!

Usare prodotti sbiancanti contribuisce a mantenere sano il tuo sorriso e bianco lo smalto dei denti, ma per evitare effetti indesiderati anche gravi è fondamentale puntare alla qualità e acquistare kit sbiancanti di marca e garantiti.

Non è difficile, infatti, imbattersi in prodotti non testati e di dubbia provenienza che potrebbero danneggiare in modo permanente lo smalto dei tuoi denti compromettendo la salute e la bellezza del tuo sorriso.

Adesso cominciamo a discutere dei metodi fai da te..

È possibile sbiancare i denti con metodi fai da te?

Se le macchie dei denti sono superficiali, possono essere facilmente eliminate con un’accurata pulizia dentale eseguita con un apparecchio chiamato Air Flow.

Il sistema Air Flow proiettando un getto ad alta pressione di aria, acqua demineralizzata e bicarbonato elimina le macchie causate da caffè, fumo e collutori lucidando efficacemente la superficie dentale.

Prima di fare un trattamento Air Flow, una pulizia dentale che elimini placca ed eventuali residui consente un risultato migliore.

uomo con denti bianchi

È possibile sbiancare i denti a casa?

Per Lo sbiancamento dentale casalingo i tre prodotti maggiormente utilizzati sono:

  • White stripes – si tratta di striscette adesive spesse circa 0,2 mm imbevute di un gel adesivo a base di perossido di idrogeno al 6%. Il perossido di idrogeno è il principio attivo responsabile dello sbiancamento. Le striscette vanno fatte aderire sui denti lasciandole agire durante la notte.
  • Dentifrici sbiancanti – anche se in commercio ne esistono diverse tipologie, la loro principale caratteristica è la presenza di microgranuli che svolgono una leggera azione abrasiva sui denti. In verità l’efficacia sbiancante di questi prodotti è piuttosto scarsa limitandosi alla rimozione delle macchie superficiali. È sconsigliato un loro uso prolungato perché potrebbe danneggiare lo smalto dentale.

Bicarbonato di sodio per sbiancare i denti

Un tradizionale metodo casalingo per sbiancare i denti ed eliminare le macchie superficiali, prevede l’utilizzo del comune bicarbonato di sodio. Giusto per intenderci quello che usiamo anche per lavare frutta e verdura!

Per avere risultati apprezzabili basta sciogliere un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere d’acqua, immergere lo spazzolino e passarlo delicatamente sui denti evitando le gengive.

Il bicarbonato è dannoso per i denti? È vero che li rovina? Il bicarbonato è una sostanza basica perfetta per pulire le dentiere ma che può corrodere i denti provocando sensibilità dentinale. Per questo ne è sconsigliato un utilizzo prolungato.

Succo di limone: un naturale rimedio elimina macchie?

Tra i rimedi naturali per sbiancare i denti uno dei più conosciuti è sicuramente il limone. Gli acidi del limone, infatti, sbiancano denti ingialliti e macchiati, sciolgono il tartaro rinfrescando l’alito.
Il succo di limone è inoltre un antibatterico naturale, mentre l’elevata concentrazione di vitamina C contribuisce a rinforzare le gengive.

Posso fumare dopo un trattamento sbiancante?

Il fumo è una delle principali cause d’ingiallimento dei denti e della formazione di macchie scure. Evitare di fumare per almeno un paio di giorni dopo uno sbiancamento ne migliora il risultato. È utile ricordare, inoltre, che il fumo riduce il tempo di efficacia di un trattamento.

ragazza con denti bianchissimi

Cosa posso mangiare dopo lo sbiancamento?

Dopo un trattamento sbiancante è utile evitare tè, caffè, vino e bevande con una forte pigmentazione che macchiano i denti. Lo stesso discorso vale per cibi come cioccolata, liquirizia e verdure ricche di ferro come gli spinaci che dovrebbero essere evitate per qualche giorno dopo un trattamento sbiancante.

Sbiancamento: quanto dura e come mantenere bianchi i denti

In condizioni normali l’effetto di uno sbiancamento dentale dura circa un anno. A cinque anni dal trattamento in genere si perde il 50% del risultato.

Se hai fatto un trattamento fai da te, è possibile mantenere più a lungo i risultati utilizzando mascherine di precisione che migliorano l’efficacia delle strisce adesive e ripetendo il trattamento con sedute di richiamo.

Miglior Sbiancante per Denti al Miglior Prezzo

Ho sempre desiderato un bel sorriso e denti bianchi.

Nel corso degli anni ho provato molti prodotti da utilizzare a casa che promettevano uno sbiancamento immediato ma che in realtà mi hanno deluso con risultati scadenti.

Poi ho provato Oral Care Pro e finalmente in poche applicazione sono riuscita a sbiancare i denti e rimuovere gradualmente le macchie di fumo e caffè.

Posso affermare senza dubbio che Oral Care Pro è il miglior prodotto sbiancante in commercio e che se usato periodicamente assicura risultati straordinari.

Nel link qui in basso puoi trovare Oral Care Pro al miglior prezzo disponibile in Italia:

Per avere un sorriso smagliante, affrettati a ordinare Oral Care Pro – la disponibilità del prodotto è limitata.

denti bianchi

L’AUTRICE:

MARIANGELA MENNIS

Ciao, mi chiamo Mariangela e vivo a Roma insieme a mio marito e i miei due figli. Ho sempre avuto una passione per la salute e il benessere del corpo e ho passato anni a provare diverse soluzioni per avere un’ottima salute dentale e dei denti bianchissimi senza dover spendere una fortuna anno dopo anno. In questo sito voglio condividere l’esperienza mia, di mio marito e di alcune mie amiche e colleghe, in modo che possiate avere dei denti bianchi in maniera facile e veloce.